Odontoiatria Conservativa

La finalità dell'odontoiatria conservativa consiste nel conservare i denti colpiti da carie, fratture eccetera, eliminando il tessuto cariato per poi ripristinare forma e funzione. Grazie alle moderne tecniche, si preserva anche l'estetica originale degli elementi dentari.

 

La carie è una malattia molto diffusa che colpisce il 90% della popolazione.
Dato che si tratta di un processo distruttivo che colpisce i tessuti duri del dente, non deve essere sottovalutata.

Se trascurata, la carie può portare alla perdita di parecchi denti e ad infezioni molto serie. Può colpire persino i denti devitalizzati, i denti incorporati in protesi e i denti privi di tessuti parodontali .

La carie dentale colpisce più facilmente molari, premolari ed incisivi superiori. In genere tende a svilupparsi tra gli spazi interdentali, laddove risulta più difficoltosa la rimozione dei residui alimentari con lo spazzolino.

Dentisti carie

Carie superficiale e carie penetrante

Carie Superficiale: il processo carioso intacca lo smalto del dente demineralizzandolo.
La carie ha inizio al di sotto della placca batterica. Inizialmente, presenta una tipica cromia bianco-gesso, sovente marroncina. Se in questa fase viene trascurata, l'infezione cariosa si aggrava sempre di più fino a passare alla forma penetrante.

 

Carie penetrante: i prodotti acidi derivanti dalla fermentazione degli zuccheri riescono a perforare lo smalto aprendosi la strada verso la dentina. Superata questa seconda barriera, la carie arriva alla polpa, ricca di vasi e terminazioni nervose, provocando i sintomi caratteristici della patologia. Nella dentina la propagazione del processo cariogeno viene facilitata perché, rispetto allo smalto, il tessuto appare nettamente meno calcificato.
Se nemmeno in questa fase la carie viene trattata, l'infezione può evolvere nelle differenti forme cliniche. La carie si propaga dunque dall'esterno verso l'interno dell'elemento dentale. Si tratta di una patologia cronica a decorso estremamente lento: nella maggior parte dei casi, il processo carioso evolve in un periodo di tempo variabile dai 6 mesi ai 2 anni.

La carie non può guarire da sola dato che i tessuti dentali non possiedono capacità rigenerativa. L'unica soluzione per porre rimedio al processo cariogeno è l'otturazione (o nei casi più gravi la devitalizzazione).

Share by: